lunedì 11 aprile 2011

Crostata di pere e mandorle

Sfogliando il ricettario di Lisa Biondi che ho già utilizzato per il contest di Tiziana I golosi anni ottanta mi sono imbattuta in questa “crostata originale” così la definisce l’autrice. Come ho accennato in altri post non sono una grande golosa di dolci, ma ci sono alcuni dolci che catturano la mia attenzione: perché sono invitanti nell’aspetto, o per gli ingredienti, o perché sono legati a dei ricordi. Le crostate sono i dolci che mi hanno sempre suscitato il senso di casa, di calore, mi ricordano mia madre; era uno dei suoi dolci preferiti che era solita fare. Siccome questo era uno dei suoi ricettari, non potevo non cimentarmi con una crostata del ricettario, anche se a memoria credo che questa crostata non l’hai mai fatta. 




Ingredienti:
Per la pasta frolla
200 g di farina 00
100 g di burro freddo
100 g di zucchero
2  tuorli
grattata di limone
un pizzico di sale

Per la farcitura e decorazione
6 pere*
4 mele*
200 g di mandorle
½ l di buon vino rosso *
200 g di zucchero *
1 bacello di vaniglia
1 pezzetto di cannella
2 chiodi di garofano
150 g di gelatina di ribes *


Note * :
Ho utilizzato le pere Abate
Ho utilizzato le mele Annurche
Al posto del vino rosso ho utilizzato un vino liquoroso il Marsala Fine I.P. Ambra Semisecco DOC "Lilibeo".
Ho utilizzato per la cottura delle pere e le mele lo zucchero di canna.
Al posto della gelatina di ribes (non ho trovato i ribes) ho utilizzato Gelatina in fogli Paneangeli .

  
Preparazione:
Si lavora il burro appena tolto dal frigo con la farina e il pizzico di sale fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso. Si unisce il tuorlo, lo zucchero e la scorza di limone, si lavora velocemente il tutto fino ad ottenere un impasto compatto liscio ed abbastanza elastico. Si forma una palla, e si avvolge con della pellicola trasparente e si mette in frigo per almeno mezz'ora.

Si sbucciano le pere e si tagliano a spicchi; si mettono a cuocere con metà dello zucchero di canna, il vino (io ho utilizzato il Marsala), la cannella e i chiodi di garofano per 10-15 minuti. Una volta cotte si lasciano raffreddare nel vino. Nel frattempo si tagliano le mele a fettine sottili, si aggiunge un po’ di acqua, il restante  zucchero di canna e la cannella, si fanno cuocere dolcemente fino a che risulteranno una purea. Una volta cotte si lasciano raffreddare.
Nel frattempo si immergono le mandorle per un minuto in acqua bollente per farle sbucciare, poi si passano al forno ad asciugarsi, senza farle colorare. Una volta asciugate si tritano grossolanamente.
Si imburra una tortiera e si riveste di pasta frolla, si bucherella il fondo e si versa la purea di mele e si cosparge con parte delle mandorle tritate. Si inforna a 190° per 30-40 minuti. Una volta cotta si mette su un vassoio, si scolano le pere dal vino e si sistemano sulla crostata formando una raggiera.
Si fa sciogliere la gelatina, ho utilizzato la gelatina in fogli  Paneangeli, prima in acqua fredda, poi  si strizza e si versa nel Marsala riscaldato  (senza farlo bollire)  che si è utilizzato per aromatizzare le pere, si versa sulla crostata e si decora con le restanti mandorle tritate grossolanamente. Si lascia raffreddare e si serve.

La crostata per via dello zucchero di canna e del Marsala oltre ad essere molto profumata ha assunto un colore ambrato, rispetto a quella della foto che è sulla tonalità rosè per via del vino rosso e della gelatina di ribes.



Con questa ricetta partecipo al contest I golosi anni ottanta di Tiziana dal blog Pecorella di marzapane





E al contest di Stefania Il Contest a colori del blog Profumi e sapori.


Per l'aspetto ambrato sarebbe adatta nella categoria Giallo-Arancio, ma gli ingredienti principali sono le pere, mele, mandorle, quindi con questa ricetta partecipo nella categoria Bianco.






E al contest di Angela Gemme di bonta': le mandorle del blog La cucina di Angela





9 commenti:

  1. Vedo che hai compreso perfettamente il senso del contest! L'aspetto è giallo perchè in cottura la frutta caramella e si colorisce, ma gli ingredienti predominanti sono bianchi! Grazie mille! Al prossimo colore! Stefania

    RispondiElimina
  2. Che dire!! Complimenti per la fantastica crostata. Una vera bontà. Un saluto e buon lunedì

    RispondiElimina
  3. Belle e originali le foto. In bocca al lupo per il concorso, è una bella ricetta.

    RispondiElimina
  4. @Stefania, al prossimo colore. :)
    @Valerio, grazie tanto. Un caro saluto.
    @Alessia, ciao piacere. Sì, si è rivelata una buona crostata. :)

    RispondiElimina
  5. Mammamia che meraviglia, grazie Fr@ mi piace moltissimo *_*

    Bacini,

    RispondiElimina
  6. Io invece sono una gran golosa di dolci e questa crostata mi garba parecchio eh!
    Ne prendo volentieri una fettina (seeee ma che fettina, FETTONA!!!)!

    A presto
    Minù

    RispondiElimina
  7. @Minù, che bel nome! Con piacere, alla prossima. :)

    RispondiElimina
  8. ma che bella e che buona ricettina..sono felice che anche tu partecipi al mio contest..benvenuta e buona fortuna!

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...