giovedì 7 aprile 2011

Gigantoni con pomodorini un po’ “scamazzati”

Lo scopo del contest di Cleare La Pasta degli Studenti con 5 ingredienti! è quello di eseguire un piatto in meno di mezz’ora che ha come protagonista uno dei formati della Pasta Garofalo e cinque ingredienti indicati nell’elenco, in modo che possano farlo studenti, giovani lavoratori che vivono da soli ed hanno poco tempo.
Ho avuto la fortuna di studiare nella mia città, tuttavia ho avuto amici e amiche che erano studenti fuori sede e conosco benissimo cosa vuol dire vivere in un’altra città, condividere la casa con altre persone, avere poche risorse, dispense con ingredienti essenziali, poco tempo a disposizione per passarlo in cucina - soprattutto nel periodo degli esami - e orari sballati.
Leggendo gli ingredienti a disposizione e pensando ai formati speciali della pasta Garofolo, pur se la matematica non è il mio forte, ho fatto 1 + 1 = Gigantoni con pomodorini un po’ “scamazzati”.
I pomodorini scamazzati, che in Campania vuol dire schiacciati, sono uno dei miei condimenti preferiti  per la pasta  in particolare i formati grandi come per l’appunto i Gigantoni Garofalo.
E’ un condimento gustoso, economico, semplice e veloce, il tempo di cuocere la pasta e il sugo è fatto. E’ perfetto per quando si ha poco tempo per dedicare a fornelli e poche risorse economiche, ma si vuole mangiare qualcosa di gustoso e direi italianissimo. La caratteristica è nel non tagliare e nel non spellare i pomodorini, ma lasciarli interi in modo che si cuociono nella loro buccia leggera, poi schiacciarli leggermente per far uscire il sughetto saporitissimo.





Ingredienti per 4 persone:
400 g di Gigantoni Garofalo n. 8-30
500 g di pomodori ciliegino freschi o in barattolo
80 g Parmigiano Reggiano o Grana
1 peperoncino piccolo (la quantità di peperoncino varia in base alla tipologia e ai gusti)
1 spicchio di aglio
qualche foglia di basilico
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale


Occorrente:
Pentola per la pasta
Padella capiente con coperchio
Scolapasta
Forchetta o paletta o cucchiaio di legno

Tempo: 20 minuti


Preparazione:
Si porta abbondante acqua ad ebollizione. Quando l’acqua bolle si aggiunge il sale e i Gigantoni Garofalo.
Nel frattempo che la pasta si cuoce, si  puliscono i pomodori ciliegina togliendo i piccioli, si lavano sotto acqua corrente e si scolano per bene. Se si usano in barattolo questo passaggio, non occorre.
Si prende una pentola capiente si mette l’olio extra vergine di oliva, a fuoco alto si fa imbiondire l’aglio schiacciato con il palmo della mano o con un coltello e si unisce il peperoncino.
Una volta imbiondito l’aglio si toglie la padella dal fuoco e si uniscono i pomodori ciliegini interi (bisogna fare attenzione perché i pomodorini essendo bagnati a contatto con l’olio caldo potrebbero schizzare), si rimette la padella sul fuoco, si sala, si copre con un coperchio e si fanno appassire i pomodorini a fuoco moderato per 5 – 10 minuti, fino a quando sulla buccia appariranno delle screpolature.
Una volta che i pomodorini sono appassiti si schiacciano leggermente con la forchetta o con la paletta o il cucchiaio di legno per far uscire un po’ di sugo, si aggiunge un mestolo di acqua di cottura della pasta e qualche foglia di basilico tagliata grossolanamente.
A questo punto la pasta sarà pronta; si scola e si unisce ai pomodorini un po’ schiacciati, si aggiunge una manciata di parmigiano Reggiano o Grana e si fa insaporire per un minuto.
S’impiatta  con un filo d’olio e qualche foglie di basilico fresco, si aggiunge a piacere il parmigiano Reggiano o Grana.

Se si vuole si può aggiungere la mozzarella tagliata a dadini che con il calore del sugo e della pasta  si scioglierà e si avrà l’effetto filante. Può essere un piatto unico completo e saporito.

Buon appetito!





Con questa ricetta partecipo al contest di di Cleare La Pasta degli Studenti con 5 ingredienti! del blog Il Pomodoro Rosso.






12 commenti:

  1. Beh Fr@ in effetti sarà anche una ricetta per studenti, ma ti confesso che è una delle mie preferite. D'Estate la pasta con un bel pomodorino e che vuoi di più!!! Un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  2. ..pomodorini un po' "scamazzati"!! Che forte questa parola, mi piace un sacco, certe volte mi sento un po' scamazzata dalla vita, ahahahhh! ora rido come una pazza, e cmq la pasta è molto bella, semplice e chic, bravissima!

    RispondiElimina
  3. che fame mi hai fatto venire .... questa pasta è così invitante !!

    RispondiElimina
  4. @Valerio, in estate è ideale fresca e gustosa. Un caro saluto.
    @Cinzia, il termine "scamazzati" mi è piaciuto dalla prima volta che l'ho sentito, rende benissimo l'idea. Un caro saluto.
    @I fiori di loto, grazie tante. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  5. Grazie dei commenti!!! Devo farti i complimenti per questo primo favoloso...fà già estate!!!

    RispondiElimina
  6. Buonissimo piatto!!!Poi la pasra garofalo e' una delizia!!!!
    Buona cucina!!!!

    RispondiElimina
  7. Molto carino questo blog, poi il termine scamazzati mi ha proprio conquistata.Il sughetto deve avere un sapore ed un profumo fantastico! Ti seguiamo, ciao da Simona e Claudia

    RispondiElimina
  8. @Teresa, grazie per essere passata. :)
    @Graal77, Buona cucina a te. :)
    @Le pellegrine Artusi, grazie! Anche il vostro nome è tutto un programma. :) Un saluto.

    RispondiElimina
  9. Tu non mi crederai ma oggi stavo facendo un sugo di pesce e precisamente delle lumache di mare ed ero indeciso se usare proprio quel tipo di pasta...ma poi ho optato per le meduse...succulento il tuo, buon we, ciao.

    RispondiElimina
  10. @Cleare, grazie a te per il contest :)

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...