lunedì 13 febbraio 2012

Zuppa di cipolle

Come ho scritto più volte, ho una passione per la cipolla un grande ortaggio dal sapore forte e deciso da cruda, morbido e dolce da cotto. Proprio per gustare la sua dolcezza che ho scelto di renderla zuppa.
La zuppa di cipolle è un piatto povero - i miei preferiti - per eccellenza. Nasce dalla cucina di un tempo quella basata sulla lentezza, sull’attesa della sua completa macerazione per divenire una purea dolce da sciogliersi in bocca. Una vera delizia.
Piatto molto celebre nella cucina francese, la soupe à l’oignon, e come tutti i piatti tradizionali esistono numerose versioni con aggiunte di ingredienti per renderla più ricca e saporita.









Ingredienti:
500 g di cipolle dorate
150 g di groviera
30 g di burro
500 ml di brodo vegetale
200 ml di latte
1 cucchiaio di farina
sale
pepe nero

4 fette di pane


Preparazione:
Si sbucciano le cipolle e si tagliano a fettine sottile. In un tegame si fa sciogliere il burro si aggiungono le cipolle e si fanno appassire a fuoco basso per 10 minuti. Si spolverizza con la farina setacciata e si mescola, poi si inizia ad aggiungere il brodo vegetale unito al latte, si sala e si pepa. Si lascia cuocere a fuoco basso per  40-50 minuti.
Si tostano leggermente le fette di pane, si mettono in un piatto o in zuppiere individuali si distribuisce un po’ di groviera grattata e a piacere un po’ di burro; si versa la zuppa e si ricopre con altra groviera grattata, si pepa e si lascia riposare per alcuni minuti, finché il formaggio si scioglie.
Volendo si può gratinare la zuppa in forno per qualche minuto, in quel caso si metterà la zuppa in una pirofila o in zuppiere singole.
Si può accompagnare con altro pane tostato.








§§§


Prima di chiudere questo post, vorrei ricordare una poesia dedicata alla cipolla della poetessa polacca a me cara Wislawa Szymborska, scomparsa il primo febbraio.

 La cipolla è un'altra cosa.
Interiora non ne ha.
Completamente cipolla
fino alla cipollità.
Cipolluta di fuori,
cipollosa fino al cuore,
potrebbe guardarsi dentro
senza provare timore.

In noi ignoto e selve
di pelle appena coperti,
interni d'inferno,
violenta anatomia,
ma nella cipolla - cipolla,
non visceri ritorti.
Lei più e più volte nuda,
fin nel fondo e così via.

Coerente è la cipolla,
riuscita è la cipolla.
Nell'una ecco sta l'altra,
nella maggiore la minore,
nella seguente la successiva,
cioè la terza e la quarta.
Una centripeta fuga.
Un'eco in coro composta.

La cipolla, d'accordo:
il più bel ventre del mondo.
A propria lode di aureole
da sé si avvolge in tondo.
In noi - grasso, nervi, vene,
muchi e secrezioni.
E a noi resta negata
l'idiozia della perfezione.

Wislawa Szymborska, La Cipolla


La poetessa descrive la cipolla nella sua completezza, nella sua perfezione assoluta che è una caratteristica che non appartiene al genere umano; come ci suggerisce nel finale, inseguirla è un'idiozia. 




7 commenti:

  1. calda calda in queste giornate popolari praticamente perfetta!

    RispondiElimina
  2. bella calda e cremosa, ma sai che io non l'ho mai preparata? l'ho solo mangiata in francia dove la trovavo come cibo economicissimo...ma che gusto! Voglio provare la tua ricetta. un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia! Una ricetta che amo molto, abbinata ad una poesia dedicata a questo fantastico ortaggio! ^_^
    Un bacione grande e buona settimana

    RispondiElimina
  4. una vera goduria la tua zuppa di cipolle e con questo freddo è l'ideale, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. ciao Fr@
    Bellissimo post....
    dobbiamo proprio studiare:
    non abbiamo mai fatto la zuppa di cipolle
    non conoscevamo questa poesia (bellissima).
    Grazie e buona giornata
    A presto le 4 apine

    RispondiElimina
  6. La cipolla piace tantissimo anche a me soprattutto cruda..ma poi chi la digerisce..Gustosissima la tua versione della zuppa e molto saggia e bella la poesia, è stato un piacere leggerla, grazie!

    RispondiElimina
  7. farò felice mio marito con questa squisita zuppa di cipolle!
    mi sono unita con piacere ai tuoi lettori e se ti va passsa da me
    abbracci

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...