mercoledì 16 gennaio 2013

Cardo (quasi) alla parmigiana



Juan Sánchez Cotán, Natura morta con cardo e carote
Juan Sánchez Cotán, Natura morta con cardo e carote, Granada, Museo de Bellas Artes



Juan Sánchez Cotán (Orgaz 1560 – Granada1627) è un pittore spagnolo, tra i più importanti del genere bodegòn, il nome dato alla natura morta spagnola.
Nella quasi totalità delle sue opere ci sono pochi cibi collocati all'interno di uno spazio architettonico, una sorta di cornice che sembra riprodurre un angolo di cucina essenziale, dove è quasi sempre presente il cardo.
In quest’opera l’autore è riuscito a rendere perfettamente la consistenza dei due ortaggi grazie all’uso della luce, ma anche a dare profondità; esemplari sono le carote disposte nel bordo della soglia che sembrano entrare nello spazio dello spettatore.
Proprio il cardo e le carote sono lo spunto per la ricetta di oggi. Amo molto il cardo, penso che sia tra gli ortaggi invernali quello meno apprezzato. E’ economico e si presta a creare degli ottimi piatti.








Ingredienti:
1 cardo di un chilo circa
4 carote medie
1 cipolla dorata
400 g di passata di pomodoro
100 g di formaggio a pasta morbida
100 g di Parmigiano Reggiano o Grana Padano
farina q.b.
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:
Si monda il cardo e si taglia a pezzi. Si porta l’acqua ad ebollizione e si lessa per 15-20 minuti, si scola e si lascia raffreddare. S’infarinano le varie parti del cardo e si friggono in olio extra vergine di oliva, si scolano dall’olio in eccesso.
In una pentola si fa soffriggere la cipolla e le carote tagliate a tocchetti, si aggiunge la passata di pomodoro, si sala, si pepa e si fa cuocere per 15-20 minuti.
In una pirofila si mette un po’ di sugo di carote e cipolla, si mette uno strato di cardi, uno strato di formaggi grattugiati, un altro strato di sugo, si continua così con gli ingredienti, si conclude con la strato di formaggi grattugiati.
S’informa a forno preriscaldato a 180° C per 40-50 minuti dipende dal forno, comunque fino a formare la crosticina in superficie.











18 commenti:

  1. Io solitamente lo faccio con le patate, devo provarlo così , è proprio un'ottima variante. Grazie!!!!


    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Hai ragione è poco apprezzato ma tu hai fatto una ricetta molto sfiziosa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  3. Non cucino mai il cardo, in effetti non rientra nella tradione della mia cucina e quindi non sono proprio abituata! Ma bisogna sempre provare nella vita, saprattutto se ci sono ricette invitanti così!

    RispondiElimina
  4. Buoni i cardi!!!!
    E Bella idea la (quasi) parmigiana... proverò sicuro!!
    Buona giornata e bravissima come sempre!

    Chiara

    RispondiElimina
  5. Ha un aspetto libidinoso...splendida idea! baci

    RispondiElimina
  6. buonissimo mai mangiato così!!

    RispondiElimina
  7. che idea fantastica, ricetta assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  8. Aaaaahhhhh ma questa ricetta la preparo subito subito a mio papà, che adora i cardi! Un tortino spettacolare, brava!!

    RispondiElimina
  9. Se mi presento con un Kg di pane fresco a casa tua la trovo ancora questa parmigiana di cardi???????

    RispondiElimina
  10. Mai carote e cardi furono immortalati con tale profondita' e tu seguendo l'ispirazione hai creato una ricetta deliziosa!Alla parmigiana devono essere squisiti,bravissima cara!Un bacione....al prossimo quadro!

    RispondiElimina
  11. non avrei mai pensato a farli in questo modo! dovevano essere strepitosi!

    RispondiElimina
  12. Grazie Fra per questa ricetta, il cardo non so mai come cunìcinarlo!!!! Baci!

    RispondiElimina
  13. Non li ho mai amati particolarmente eppure i tuoi hanno un aspetto delizioso :-)

    RispondiElimina
  14. La ricetta è squisita e l'opera che hai scelto per introdurla è bellissima...non la conoscevo...grazie per averla condivisa con noi!

    RispondiElimina
  15. Ciao Fra, coplimenti per la bella introduzione artistica e la ricetta. Sai che forse non ho mai usato i cardi? E non conoscevo neanchè Juan Sánchez Cotán, doppia vergogna:). Ti capisco se non vuoi più parlarmi!
    ps Mi manderesti il tuo indirizzo via email per spedirti la cartolina con Dègas?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali e poi mi dirai se ti piacciono. :)

      Elimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...