mercoledì 6 febbraio 2013

Quanti modi di fare e rifare i Sockerbullar


Questo mese con l’iniziativa di Quanti modi di fare e rifare siamo andati in Svezia da Barbara per fare i Sockerbullar (socker = zucchero; bullar = panini). Sono dei panini con la crema, ricoperti di zucchero, molto simili ai nostri bomboloni alla crema, l’unica differenza è che non sono fritti, bensì cotti al forno. La ricetta l’ha tratta da Jan Hedh che in Svezia è considerato un’autorità’ in fatto di lievitati.










Gammaldags sockerbullar da Jan Hedh, Bröd & kaffebröd.
Io ho dimezzato le dosi, per la ricetta originale rimando al blog di Barbara My Italian smörgåsbord.

Ingredienti

Preimpasto:
300 g di farina (io ho utilizzato 100 g di farina Manitoba e 200 g di farina 00)
12.5 g di zucchero semolato
9 g di lievito secco o 27 g di lievito di birra
250 ml di latte                                                       
                                  

Crema pasticcera:
scorzette di 1 limone
250 ml di latte                                  
3 tuorli d'uovo                                      
60 g di zucchero semolato
20 g di fecola di patate  o amido di mais                      
12 g di burro                                   


Impasto finale:
Tutto il preimpasto
300 g di farina (io ho utilizzato 100 g di farina Manitoba  e 200 g di farina 00)
75 g di zucchero semolato               
12.5 g zucchero a velo vanigliato          
2 tuorli d'uovo grandi                                  
100 g di burro


Guarnizione:
40 g di burro
zucchero semolato a piacere



Preparazione:

Preimpasto
Nella planetaria si fa sciogliere il lievito con il latte e lo zucchero. Si aggiungono le farine miscelate e si impasta a bassa velocità per 5-6 minuti (o per 10 minuti a mano). Si fa lievitare coperto per 30-45 minuti.


Crema pasticcera
E’ meglio farla nell’intervallo tra i due impasti o il giorno prima, perché la crema non deve essere calda quando si farcisce l’impasto.
Si fa bollire il latte con le scorzette di limone e si fa raffreddare. Si montano i tuorli con lo zucchero, e si aggiunge la fecola di patate o l’amido di mais si mescola per farla assorbire. Quando il latte si è intiepidito si versa nel composto e si sbatte con la frusta. Si mette sul fuoco e si aggiunge il burro, si cuoce a fuoco lento fino ad addensarlo.


Impasto finale
Si preriscalda il forno a 250° C (240° C). Al preimpasto si aggiungono, i tuorli, gli zuccheri, e la farina e s’impasta a bassa velocità per 5-6 minuti (o per 10 minuti a mano). Poi si unisce il burro a piccoli pezzi, e si fa impastare per altri 10 minuti a velocità medio-bassa (o per 15-20 minuti a mano). Si lascia lievitare per 30 minuti in una ciotola unta d’olio. Passato il tempo si travasa l’impasto sul piano di lavoro infarinato e si dividere in 4 pezzi, si prende un pezzo e si coprono gli altri con una ciotola capovolta per non far formare la crosta. Si divide il pezzo in parti di 60 g circa o  di 65-75 g circa, la grandezza è a piacere. Si stende leggermente ogni pezzo l’impasto senza farlo sgonfiare con il matterello o con le mani, si mette un cucchiaino di crema al centro, si chiude bene i bordi ed si arrotonda. Si depositano i bomboloni in una teglia ricoperta da carta forno, distanziandoli, perché in cottura aumentano di volume.
Si cuociono per 4-5 minuti a 250° C (240° C) e per altri 4-5 minuti a 220° C. Si tolgono dal forno, si spennellano con burro fuso e si cospargono con lo zucchero semolato.

















Quanti modi di fare e rifare...



Appuntamento al 6 Marzo con










28 commenti:

  1. Che tentazione quel goloso cuore di crema sotto la crosticina zuccherosa :D! Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  2. Che incredibile golosità mi hai fatto scoprire, grazie!!!!

    RispondiElimina
  3. Che stupendi Sockerbullar!!!
    Grazie della tua partecipazione carissima Fr@.
    Mi fermerei volentieri a mangiarne qualcuno, ma devo proseguire il mio goloso giro ;-)
    Felice carnevale e buon secondo anniversario alla nostra iniziativa :))))
    Appuntamento al 6 marzo con la Pastiera di maccheroni
    Un abbraccio!

    Cuochina

    RispondiElimina
  4. li ho visti anche da Luisa Soleluna e mi hanno colpito al cuore...belli cicciosi, gonfi e soprattutto al forno, che non è poco!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  5. Devo dire che questa ricetta è notevolmente buona e mi ha dato soddisfazione,.....a parte l'ansia della lievitazione iniziale!!!

    buona settimana

    RispondiElimina
  6. belli Fra, e soprattutto buoni, io li ho fritti, non ho resistito, però adesso li faccio al forno...un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ma che buoni! Quanta crema! uno spettacolo per gli occhi! :)

    RispondiElimina
  8. io sn andata di fritto a da ripetere al forno! sono stati ottimi! bravissima anche tu, ciaoo

    RispondiElimina
  9. Ottima anche la tua versione, complimenti. Ciao.

    RispondiElimina
  10. ne ruberei volentieri uno....questo impasto è stata una soddisfazione!
    buon proseguimento
    spery

    RispondiElimina
  11. lastufaeconomica06 febbraio, 2013 18:02

    La crema è riuscitissima, belli i tuoi socker..ecc. proprio invitanti, brava.
    Abbraccio

    RispondiElimina
  12. oddio Fr@ con la crema pasticcera sono i miei preferiti :-D

    RispondiElimina
  13. complimentissimi!che bella crema densa e gggialla!!!!

    RispondiElimina
  14. Finalmente riesco a commentare...te lo volevo dire...sono cicciosissimi con tutta quella crema...sono riuscita anche ad iscrivermi tra i followers...quando internet non ne vuole sapere...
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  15. Difficile resistere ad un aspetto così invitante, un morso ci starenìbbe proprio bene:
    Bella ricetta , così lontana dalle nostre tradizioni , ma che invoglia a provarli, vado a fare un giro dalle altre! :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Fra, quella cremina che scappa è un superinvito all'assaggio, peccato non essere lì, baci a presto

    RispondiElimina
  17. Che spettacolo il ripieno cremoso!

    RispondiElimina
  18. ma dai sono superfarciti...che buoni!!! complimenti!

    RispondiElimina
  19. Buonissimi anche i tuoi bomboloni e davvero spettacolare la foto con la crema al primo piano!
    A presto!

    RispondiElimina
  20. Mamma mia che belli pieni che sono!
    Quando io li ho riempiti pensavo che la crema era troppa e invece mi sono risultati un po' ... vuoti .. :(
    Complimentissimi!

    http://lemilleunapassione.altervista.org/

    RispondiElimina
  21. Il fatto che siano cotti al forno li rende sublimi !!! Un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  22. Belli gonfi, crosta zuccherosa e stracolmi di crema: meglio di così!?

    RispondiElimina
  23. se sono cotti al forno fanno per me! Già li adoro fritti (anche se sui fritti ci vado cauta)... la versione in forno mi convince fino in fondo! Ciao

    RispondiElimina
  24. accipicchia! nonostante l'ora che acquolina! Piacere di incontrarti per questa iniziativa delle Quantiste e a rileggerci presto presto. Serena notte ♥

    RispondiElimina
  25. una crema invitantissima ....e anche a noi sono piaciuti molto....a presto
    fra

    RispondiElimina
  26. Quella crema è un attentato glicemico :)) Bellissimi e goduriosi anche i tuoi Sockerbullar, da fare e rifare.
    Alla prossima, ancora in trasferta :))

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...