lunedì 23 settembre 2013

Zuppa al pesto di Honorine



Silenzio. Non avevo sonno. E avevo fame. In cucina Honorine mi aveva lasciato un biglietto. Appoggiato a un recipiente in terracotta dove faceva cuocere gli stufati e i ragù. "C’è la zuppa al pesto. È buona anche fredda. Mangiane un po’. Ti abbraccio forte”. In un piattino aveva lasciato il formaggio grattugiato. Indubbiamente ci sono mille modi di preparare la zuppa al pesto. A Marsiglia tutti dicevano: “Mia madre la fa così”, e dunque la cucinavano in modi diversi. Ogni volta un sapore diverso. A seconda delle verdure che venivano usate. Ma soprattutto a seconda di come erano stati dosati basilico e aglio, e della quantità di questi ingredienti che veniva aggiunta alla polpa dei pomodori sbollentati nell’acqua dove erano state cotte le verdure. Honorine riusciva a fare la migliore di tutte le zuppe al pesto. Fagioli bianchi e rossi, corallini, patate e maccheroni. Lasciava cuocere a fuoco lento per tutta la mattina. Dopo cominciava con il pesto. A pestare in un vecchio mortaio di legno l’aglio e le foglie di basilico. A quel punto non bisognava assolutamente disturbarla. “Ehi, se resti lì come una statua a guardarmi non riesco a fare niente”. Misi la pentola sul fuoco. La zuppa al pesto era ancora più buona se veniva riscaldata una o due volte. Accesi una sigaretta e mi versai un fondo di vino rosso di Bandol. 

Jean Claude Izzo, Solea,  Edizioni E/O, 1998



Solea è il titolo di un brano di Miles Davis che il protagonista Fabio Montale ama ascoltare. Ma come scrive l'autore marsigliese in questo Noir Mediterraneo, Solea è anche "la colonna vertebrale del canto flamenco".
Il protagonista è un ex poliziotto che oltre ad ascoltare musica jazz, ama bere pastis e mangiare nei locali preferiti di Marsiglia. In questa città, “sempre a mezza strada tra la tragedia e la luce”, luogo di passaggio di culture e di lingue si intrecciano, senza mai mescolarsi, anche sapori, odori che si ritrovano nei piatti ben descritti dall’autore; come questa zuppa provenzale al basilico, precisamente soup au pistou fatta dall’energica settantenne Honorine “la madre delle madri”.

La zuppa al pesto (soup au pistou) assomiglia molto al Minestrone al pesto ligure, alcuni sostengono che derivi da questo altri viceversa, come secondo alcuni il pistou derivi dal pesto genovese la differenza è la mancanza dei pinoli.









Ingredienti:
200 g di  maccheroni (pasta mista)
200 g tra fagioli borlotti e cannellini freschi o 100 g di fagioli secchi messi a bagno per una notte
150 g di fagiolini
2  patate  
2 zucchine
2 pomodori  ramati
1 porro
1 gambo di sedano
1 cucchiaio di pistou (ciuffo di basilico, 1 spicchio di aglio, sale grosso, olio extra vergine di oliva) foglie di basilico
olio extravergine di oliva
sale
pepe

50 g di parmigiano grattugiato


Preparazione:
Si sgranano i fagioli cannellini e i borlotti. Si taglia a dadini i fagiolini, le zucchine, le patate, i porri e il sedano. Si fa bollire il tutto nell’acqua salata per circa un’ora. Durante la cottura, si fanno sbollentare i pomodori, per alcuni minuti e si privano della pelle.
Si pesta al mortaio l’aglio e il basilico, si aggiungono i pomodori e si versa a filo l’olio extra vergine di oliva fino a ottenere una crema.
Prima di aggiungere la pasta, si unisce il pesto al basilico e pomodoro, si sale e si pepe. Con il mixer ad immersione si frulla un po’ e si aggiunge la pasta.
Una volta cotta la pasta si aggiunge il formaggio grattugiato e si decora con le fogliette di basilico.







Particolare Zuppa al pesto di Honorine












Miles Davis, Solea













20 commenti:

  1. Che buona la voglio fare anch'io.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Una zuppa perfetta per prepararci all'arrivo dell'inverno! Slurp....

    RispondiElimina
  3. mai provata, mi hai fatto venire voglia!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  4. calda, confortante e meravigliosa............

    RispondiElimina
  5. Ma deve essere buonissima questa zuppa! *-* Vuoi vedere che con questa riesco a convincere mio marito a mangiare le verdure? Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  6. vien voglia di mangiarla, buonissima, complimenti.

    RispondiElimina
  7. Non la conoscevo.. quindi non saprei dirti da dove deriva questa ricetta.. ma so che mi piacerebe da impazzire!! Stai pure certa che proverò appena le temperature diventeranno fresche.. baciotti e buon lunedì.-)

    RispondiElimina
  8. Meravigliosa introduzion, meraviglioso piatto, splendidi sapori. Bravissima Fra, complimenti davvero!

    RispondiElimina
  9. Quante cose scopro da te! Non lo conoscevo e di sicuro è un piatto che mi piace!
    Con il freschetto che fa di sera vien proprio voglia di provarlo :D

    RispondiElimina
  10. L'aggiunta del pesto al minestrone mi intriga assai. Perfetta anche da subito, la sera comicia a far freschino e qualcosa di tiepido si sta :) Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  11. Buono il minestrone con il pesto!!!
    Bellissimo post e bellissima musica
    Ciao

    RispondiElimina
  12. Adoro il pesto nel minestrone. Mi piace molto il jazz e le atmosfere marsigliesi. Non conoscevo questo brano, è struggente! Un bacio

    RispondiElimina
  13. Mamma che buona, viene voglia di tuffarsi dentro!

    RispondiElimina
  14. Nel minestrone non ci avevo pensato, ma sono sicura che la tua zuppa è deliziosa. Le foto rendono benissimo l'idea. complimenti.

    RispondiElimina
  15. adoro questo tipo di comfort food, grazie per averlo condiviso, un bacione !

    RispondiElimina
  16. Amo molto zuppe e minestre e ti confesso di essere sempre alla ricerca di una chicca in più da aggiungere a questi piatti che amo molto... stasera l'ho travata... non avevo idea del pesto.... Grazie:*

    RispondiElimina
  17. io adoro la zuppa al pesto!trovo che dia quel sapore in più alla freschezza delle verdure!

    RispondiElimina
  18. Deliziosa la tua zuppa , la segno e presto la provo. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  19. Ciao Fr@ carissima! Non avevo dubbi che indovinassi la città dove eravamo stati col Botero! Sei troppo avanti :-) Come lo sei per questa fantastica ricetta! Un abbraccio forte forte e buona giornata!

    RispondiElimina
  20. cara Francesca, gran piacere di conoscerti!!! La tua zuppa è perfetta per me, contiene tutti gli ingredienti che più apprezzo! a presto e ancora complimenti, Clara

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...