venerdì 8 novembre 2013

Pirukad



Con l’Abbecedario Culinario della Comunità Europea facciamo tappa in Estonia. Tra i piatti della cucina estone ho scelto i Pirukad dei fagottini ripieni che vengono serviti come aperitivi, o come stuzzichini nei kohvilaud o come antipasto nei pranzi.
Possono essere di impasti diversi: di pasta frolla (muretainas), di pasta sfoglia (lehetainas) o di pasta lievitata (Pärmitainas); quest’ultima è la più popolare.
Il ripieno può essere di: cavoli, carote, funghi, pesce, riso ecc. ma da quanto ho capito quello tradizionale è di carne cotta (Liha) che può essere arrosto, stufata o bollita.
Per i miei pikurad ho preso spunto liberamente da qui, dove utilizza la pasta lievitata (Pärmitainas) la cui ricetta è tratta da un libro di Karin Annus Kärner Estonian Tastes And Traditions. Mentre per il ripieno ho scelto il cavolo verza condito con cipolla e carota che ho unito alla carne di manzo dello stracotto.




Ravioli dell'Estonia di pasta lievitata ripieni di cavolo verza e carne




Per la ricetta originale rimando - qui -

Ingredienti per 15 pirukad:

Per l’impasto (Pärmitainas):
250 g circa di farina 0   (150 farina 0 - 100 g Manitoba)
56 g  di burro fuso       
90 ml di latte riscaldato        
30 ml di acqua tiepida             
5  g di zucchero semolato    
3 g di lievito di birra secco o  9 g di lievito di birra fresco  
1 uovo
pizzico di cardamomo macinato
pizzico di  sale   


Per il ripieno:
200 g di cavolo verza
1 carota
1 cipolla borettana
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero
100 g circa di carne di manzo cotta (io stracotto)



Preparazione:
In un bicchiere si versa l’acqua tiepida (i 30 ml), il lievito e il pizzico di zucchero, si gira e si lascia riposare per 5-6 minuti per farlo attivare. In un altro bicchiere si sbatte l’uovo.
In una ciotola capiente si versa il burro fuso, il latte riscaldato, il pizzico di sale, di zucchero, il cardamomo e metà dell’uovo (il resto si conserva in frigorifero). Si mescola il tutto, si aggiunge il lievito e pian piano s’incorpora la farina (se occorre si aggiunge altra farina). Si trasferisce il composto sulla spianatoia e s’impasta energicamente per almeno 15 minuti, fino ad avere un impasto consistente morbido ed elastico. Si dà la forma di una palla, si mette in una capiente ciotola unta di olio extra vergine di oliva e si copre con un panno. Si lascia a lievitare nel forno spento fino al raddoppio.

Nel frattempo si prepara il ripieno. Si taglia a pezzetti la carota, la cipolla e il cavolo verza. In un’ampia padella si mette l’olio extra vergine di oliva, si uniscono le verdure e si fanno appassire per 8-10 minuti, si sala e si pepa. Poi si aggiunge la carne cotta finemente tagliata, quasi tritata. Si fa insaporire il tutto. Si lascia raffreddare (Il ripieno deve essere freddo).


Passato il tempo di lievitazione, si prende l’impasto si stende una sfoglia di 5 millimetri circa di spessore e si formano dei cerchi con uno stampo, non deve essere grande (io 9 cm). Su ogni cerchio si mette un po’ di ripieno e si chiude a mezzaluna, si sigillano bene i bordi di chiusura. Si dispongono i pirukad su una placca da forno rivestita di carta forno; si spennellano con parte dell’uovo sbattuto messo da parte. Si mettono nel forno caldo a 190° C per 20-25 minuti; fino a doratura.




Ravioli di pasta lievitata ripieni di carne e cavolo verza ricetta Estonia





Con questa ricetta partecipo alla raccolta dell'Abbecedario Culinario della Comunità Europea per la cucina dell’Estonia ospitato dal blog  Cafe Lynnylu















24 commenti:

  1. Con la vostra rubrica scopro tantissime cose! Questi sono proprio sfiziosi, e visto che di recente ho ampliato la gamma delle verdure "ammesse" nel mio stomaco alla verza, fanno proprio al caso mio :D

    RispondiElimina
  2. wow ma che delizia!!! gnammy!!mi fai venire famissima!!! buona giornata cara!!

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo proprio questo piatto, è molto intrigante a dirla tutta, mi piace la farcitura che gli hai dedicato, già la carne dello stracotto di manzo a me piace un'esagerazione, lo stesso dicasi per il cavolo verza, quindi l'insieme lo trovo appetitosissimo.
    Buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  4. Non li conoscevo, mi attirano moltissimo, segno subito la ricetta. Buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina
  5. A me la cucina internazionale piace.. o meglio.. mi stuzzica assaggiare piatti diversi dalla cucina italiana.. e devo dirti la verità.. quelli europei mi piacciono tutti! Particolari questa specie di ravioli/calzoni... poi il ripieno carne e verza lo adoro! baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  6. favolosi, di sicuro li provo visto che amo il gusto del cavolo

    RispondiElimina
  7. Looks amazing! Thanks for your contribution.

    RispondiElimina
  8. Con un ripieno così ci ho fatto una bella focacciona,quanto mi piace il cavolo,magari abbinato ad una carne umida che quasi si scioglie in bocca!Complimenti cara,sono irresistibili!

    RispondiElimina
  9. Grandissima proposta Fra per questo contest! Devo aver assaggiato qualcosa di simile ma polacco, in ogni caso il ripieno con la verza mi piacce un sacchissimo! Bacioni e ancora complimenti :-)

    RispondiElimina
  10. Accipicchia che meraviglia!! Bramavo l'immagine del taglio e, su quella, ho lasciato gli occhi. Meravigliosi!! Brava Fra!!

    RispondiElimina
  11. che deliziosi fagottini, a me piace molto la cucina degli altri paesi, grazie per questa bella ricetta !Un bacione

    RispondiElimina
  12. Questa rubrica è molto interessante ci fate scoprire specialità di altri paesi che probabilmente non avremmo la possibilità di conoscere. I tuoi fagottini ne sono un esempio.

    RispondiElimina
  13. Non li conoscevo e ti ringrazio per avere condiviso questa ricetta. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo questa ricetta ma a vedere le foto me ne sino innamorata!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. might have to try out this recipe - Thanks for sharing

    RispondiElimina
  16. ...spettacoloooooo....queste ledevo provare, il ripieno con la mia amata verza deve essere squisitissimo!!!!

    RispondiElimina
  17. non ne avevo mai sentito parlare, ma sembrano sfiziosissimi e stragustosi!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  18. Rubrica molto interessante e la ricetta è strepitosa!

    RispondiElimina
  19. Questi stuzzichini sono la mia passione, questi sono una delizia!

    RispondiElimina
  20. Mi piace scoprire nuovi piatti, e il tuo ripieno lo trovo molto invitante, brava!!!
    Baci

    RispondiElimina
  21. una ricetta che mi incuriosisce, ma che all'interno somiglia a qualcosa che già preparo con un involucro di pasta fillo ciao a presto

    RispondiElimina
  22. Non conoscevo questo piatto e adesso grazie a te ho una nuova ricetta nella mia lista! già immagino il sapore... fantastici:*

    RispondiElimina
  23. Grazie per essere stata con noi in questa tappa! Tutte le ricette sono qui: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/10/o-come-orsotto.html!

    E adesso...andiamo tutti in Spagna!
    Aiu'

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...