mercoledì 6 novembre 2013

Quanti modi di fare e rifare lo Stracotto di manzo



Per questo mese con Quanti modi di fare e rifare siamo andati nella cucina di Daniela la Cuochina no-blogger, per fare lo Stracotto di manzo. La ricetta è tratta dal Breve manuale del mangiar reggiano di M. Alessandra Iori Galluzzi e Narsete Iori. Ho seguito la ricetta; ho modificato solo le dosi e l’utilizzo di alcune spezie.



Stracotto di manzo




Per la ricetta originale rimando a Daniela
 Ingredienti:
1 k circa di carne di manzo (polpa di spalla, scamone o cappello del prete)
500 ml di vino rosso secco io Montepulciano di Abruzzo
300 ml di acqua calda
250 g di polpa di pomodoro
2 spicchi d'aglio
2 bacche di ginepro
1 carota
1 gambo di sedano
1 cipolla  bianca
un po’ di rosmarino
farina q.b.
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero



Preparazione:
S’incide con la punta di un coltello la polpa di manzo in diversi punti, s’inseriscono i pezzi di aglio tagliati nel senso della lunghezza (picchettare), e s’infarina la carne. Si riscalda l’olio extra vergine di oliva in un tegame (io di coccio ben caldo) si mette la carne e si rosola da tutte le parti.
Nel frattempo si tagliano a pezzetti la cipolla, il sedano e la carota, si aggiungono insieme al rosmarino e alle bacche di ginepro, quando la carne si è rosolata; si fanno insaporire per 5-8 minuti, si aggiunge il vino rosso, si fa sfumare e si unisce la passata di pomodoro e l’acqua calda. Si copre, si mette la fiamma al minimo e si lascia cuocere minimo 3 ore, girando ogni tanto e irrorandola con il sugo di cottura.
Passato il tempo  di cottura della carne, si scola dal sugo di cottura e si mette da parte a riposare in modo da far distendere le fibre e facilitare il taglio.
Si passa in un boccale del mixer il sugo di cottura, si frulla, si rimette sul fuoco per farlo addensare un po’. Si taglia la carne e si serve cosparsa con il suo intingolo.  
L’ho accompagnata dalla polenta.





Stracotto di manzo con polenta








Quanti modi di fare e rifare...



Appuntamento al 6 dicembre con









32 commenti:

  1. Che paradiso tornare a casa e trovare un piatto così!!!!!

    RispondiElimina
  2. buongiorno carissima Fra, ricetta bella come al solito, complimenti per le fotografie, ben fatte...un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ciao! Molto bella la ricetta... non ho ancora provato a fare lo stracotto... dovrei! Ti ho assegnato un premio :-)
    Un abbraccio,
    Lisa
    www.ilmondoditabitha.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Buongiorno carissima Francesca
    grazie per la tua splendida versione dello stracotto di Daniela.
    E' sempre molto bello incontrarci in questo giorno dedicato al piacere di stare insieme, prova ne sono le stupende versioni fatte e rifatte da tutte noi.
    Io, Anna ed Ornella nel ringraziarti per la tua gradita partecipazione, ti invitiamo il prossimo mese a casa di JèAle per entrare nell'atmosfera natalizia con il Pampapato di Ferrara.
    Ti aspettiamo :)

    La Cuochina

    RispondiElimina
  5. Favoloso!!! Mettere in tavola uno stracotto in questo periodo, è una vera coccola per il palato, un vero confort.
    E la polenta ci sta proprio bene!
    Ciao Fra!

    RispondiElimina
  6. Cospargo il capo di cenere, io non l'ho mai preparato! Ma mangiato sì, la mia mamma lo preparava spesso quando stavo ancora a casa con loro...quasi quasi la chiamo e mi autoinvito! ^-^ Un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Mamma mia.. assomiglia tantissimo al brasato al barolo!! Io adoro la carne che cuoce nel vino per ore.. e ore..è così saporita.. così tenera!!! Mi inviti a cena???? bacioni e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Stracotto con la polenta, meraviglioso piatto di stagione!!
    Ciao cara, un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  10. Un'ottima riuscita...con quel bel sugo sopra fa proprio gola!!!
    A presto!!

    RispondiElimina
  11. Con il tuo bel sughetto e questa aria pungentina si entra pian piano nell'autunno vero e proprio.

    RispondiElimina
  12. Bravissima Fra! una preparazione impegnativa che hai eseguito con grande maestria... mi piace...:*

    RispondiElimina
  13. Ciao cara Fra, tutto buonissimo anche qui, del resto questa ricetta è proprio una meraviglia. Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  14. Adoro questo piatto, abbinato poi alla polenta diventa ancora più buono. Un abbraccio, buon pomeriggio Daniela.

    RispondiElimina
  15. Buono buono il tuo ha un aspetto favoloso complimenti !!!!!
    Un abbraccio :-))

    RispondiElimina
  16. Buonissimo e con la polenta quell'intingolo ci sta a meraviglia!!!
    Bravissima!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  17. Lo stracotto lo adoro e con la polenta, slurp!

    RispondiElimina
  18. un vero confort food in una serata fredda come questa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  19. mi piace il tocco di rosmarino ;)

    RispondiElimina
  20. magnifica ricetta, la segno subito! Un abbraccio grande e buona erata...

    RispondiElimina
  21. ultimamente non riewsco più a partecipare a questa iniziativa ma spero di tornare prestissimo, questo piatto mi dispiace moltissimo di essermelo perso

    RispondiElimina
  22. Il tuo sughetto è davvero fantastico...che voglia di pucciare! Complimenti!

    RispondiElimina
  23. Che piatto invitante, alla prossima!

    RispondiElimina
  24. CIAO Fr@,
    Bravissima, come sempre.
    Facciamo nostro, incollandolo il primo commento...è troppo bello perchè così semplicemente vero:
    Che paradiso tornare a casa e trovare un piatto così!!!!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  25. uno stracotto fantastico e delizioso, immagino il profumino!!!

    RispondiElimina
  26. Che spettacolo lo stracotto. E' uno di quei piatti da porca figura che invece si preparano con estrema facilità, tanto la carne fa tutto da sola. Amo le lunghe cotture, amo il risultato finale è sempre una festa di sapori e sughetti deliziosi. Con la polenta ovviamente, è la morte sua!
    Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  27. Il genere di piatto che trovo più appagante! Meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  28. Scusami se sarò franca, ma è una vera goduria! Non so resistere ne a questo, ne allo stracotto d'asino!!!
    E che colore ha il tuo sughetto!!!
    Devo dirti ...bravissima!
    Baci

    RispondiElimina
  29. Ciao Fra! Ottima anche la tua versione ci ho messo anch' io un po' di rosmarino!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  30. Un piatto così ti riscalda il cuore e ti mette subito di buonumore! Complimenti

    RispondiElimina
  31. E' proprio fantastico il tuo stracotto con il Montepulciano d'Abruzzo poi.... grazie per aver condiviso la mia ricetta.
    Daniela

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...