mercoledì 8 luglio 2015

Ajvar

L’anno scorso nella rubrica dedicata ai piatti etnici curata dal giornalista Chef Kumalè (Vittorio Castellani) su Il Venerdì di Repubblica, lessi la ricetta di questa salsa molto diffusa nei balcani dal nome Ajvar. La parola deriva dal termine turco “havyar” che significa uova di pesce salate, ma non ha niente a che fare con il caviale perché è composta principalmente da peperoni, melanzane, aglio, aceto ed olio extra vergine di oliva. Ci sono varie ricette che variano da paese e paese per non parlare da famiglia e famiglia. In Serbia nella cittadina di Leskovac è preparato il “Leskovački ajvar” solo con il peperone chiamato “roga” cornuto che è un peperone rosso a forma di corno; in questo reportage con delle foto splendide si vede la lunga preparazione.
La preparazione dell'Ajvar proposta dallo Chef Kumalè è più breve e deve essere consumato nel giro di pochi giorni, ma non ci sono problemi perché è ottimo finisce subito. Io l’ho accompagnato con del pane tipo pita.



Ajvar



Ingredienti:

2 peperoni rossi
2 melanzane medie oblunghe
2 spicchi di aglio
2 cucchiai di aceto di vino rosso (io bianco)
olio extra vergine di oliva
prezzemolo (facoltativo)


Preparazione:

Si mettono ad arrostire in forno i peperoni le melanzane con la buccia. Una volta cotti si toglie la buccia delle melanzane e dei peperoni e si preleva la polpa. Si taglia il tutto a pezzetti (oppure se si desidera un composto più fine si può frullare).
In una larga padella si fa imbiondire l’aglio tagliato a pezzetti, si abbassa la fiamma e si aggiunge la polpa dei due ortaggi, si sala e si comincia a schiacciare con la forchetta. Dopo alcuni minuti si aggiunge l’aceto, si lascia insaporire cercando sempre di schiacciare il composto con la forchetta. Si lascia cuocere ancora per alcuni minuti, il tempo di farla restringere un po’.

Si può mangiare sia calda che fredda. Si può conservare in un barattolo di vetro in frigorifero per alcuni giorni.




Ajvar







17 commenti:

  1. Ohhh ma che bontà!!! la immagino sulle fette del mio pane fatto qualche giorno fa!!! :-*

    RispondiElimina
  2. buonissimo! ho segnato la ricetta...noi in estate mangiamo spesso bruschette e mi sembra un ottimo condimento!

    RispondiElimina
  3. lo conosco bene, qui a Trieste si trova dappertutto, fa parte ormai delle nostre tradizioni ! Tra l'altro ce ne sono diversi tipi , normale, abbastanza piccante e piccante, io l'adoro piccante !

    RispondiElimina
  4. Io lo facevo anche con l'aggiunta di funghi cotti e tritati e se poi li vuoi conservare di più, basta cuocere i baratoli ben sigillati a bagno maria e allora durano di più. Molto buono !

    RispondiElimina
  5. Ajvar è molto conosciuto e usato a Trieste. Lo trovi sia medio che piccante ed accompagna i "cevapcici" piccolissimi larghezza e lunghezza dito con carni miste macinate aromatizzate il tutto oltre alla salsa anche la cipolla tagliata fine. Sono pochi quelli che la fanno a casa è talmente buona e naturale ( marca locale) che la produce e vai sul sicuro ad un prezzo equo. I ristoratori dell'altopiano te la propongono anche con grigliate di carne. Buona giornata. (Chiara Giglio mio concittadina la nomina come tradizione ed ha ragione).

    RispondiElimina
  6. una ricetta del tutto nuova per me che provo di sicuro con i peperoni gialli e le melanzane del mio orto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. Che visione!!!! Di questa salsa sarei capace di farne fuori un barattolo intero :D

    RispondiElimina
  8. wow mi hai insegnato qualcosa, leggendo il titolo brancolavo nel buio, adoro tutti gli ingredienti quindi son certa che divorerei quella ciotola!

    RispondiElimina
  9. Adoro queste salsine così saporite, questa non la conoscevo... mi piaceeeeeee!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  10. Ciao Fra! Che splendida ricetta! Non la conoscevo...
    Colgo l’occasione per invitarti al mio nuovo contest “Creazioni in Kucina”, dove potrai partecipare con ricette vegetariane, etniche o lievitati. In palio splendidi regali totalmente realizzati a mano dalla mia amica Eleonora ERCreazioni. Ti lascio il link così puoi scoprire di che si tratta:
    http://www.kucinadikiara.it/2015/06/creazioni-in-kucina.html
    Un abbraccio e buona serata,
    Chiara

    RispondiElimina
  11. Sìììì la conosco questa sfiziosissima salsa.... io la faccio un po' piccantina, ottima, complimenti, è tanto invitante!!!!

    RispondiElimina
  12. Adoro queste preparazioni. Questa salsa non la conoscevo con questo nome, infatti il mix degli ingredienti non mi è nuovo. Bacioni.

    RispondiElimina
  13. Meravigliosa idea!!! Già segnata!!! E buona giornata

    RispondiElimina
  14. Per me che amo le bruschette, questa salsa è un tripudio di sapori.

    RispondiElimina
  15. Buonissima , segno subito la ricetta. Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  16. una ricetta estiva, deliziosa e profumata. Non la conoscevo e ti ringrazio per aver postato la ricetta. Buona domenica.

    RispondiElimina
  17. Proveró a farla in casa...l'avevo presa tempo fa in uno stand di cibo balcanico...anche a me era piaciuta molto :)

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...