venerdì 24 ottobre 2014

Vermicelli con vongole e crema di zucca


Mi capita spesso di fare gli spaghetti, o vermicelli o linguine con le vongole. Spesso in base alla stagione aggiungo altri ingredienti come i fiori di zucca o i funghi o i broccoli in genere ridotti a purea o crema per dargli cremosità e farli amalgamare bene alla pasta. Questa volta ho aggiunto l’ortaggio della stagione per eccellenza la zucca.








Ingredienti:
400 g di vermicelli
500 g di vongole con guscio
300 g di polpa di zucca torta o zucca pepona
1 scalogno
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di farina o maizena o fecola di patate
prezzemolo a piacere
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:
Si taglia a tocchetti la polpa di zucca. In un tegame si fa imbiondire lo scalogno in olio extra vergine di oliva, si aggiunge la zucca, un pizzico di sale ed il pepe; si fa cuocere coperto per alcuni minuti. Si stempera la farina o l’amido, si uniscono due – tre mestoli di acqua; si lascia cuocere coperto a fuoco moderato per 10-15 minuti circa. Passato il tempo si riduce a crema con il mixer ad immersione.
Nel frattempo si mettono le vongole veraci in acqua salata e si lasciano per un’ora circa, cambiando ogni tanto l’acqua. Si prende un’ampia padella si trasferiscono le vongole, si copre con il coperchio e si lasciano cuocere a fuoco vivo alcuni minuti in modo da farle aprire. Una volta aperte si tolgono dalla padella, si scolano e si filtra il liquido di cottura con un colino o con panno per eliminare eventuali residui di sabbia, si mette da parte. Si fanno raffreddare le vongole per poi separare i molluschi dalle valve.
In un’ampia padella si fa imbiondire uno spicchio di aglio nell’olio extravergine di oliva, si aggiungono le vongole veraci, poi il brodo di cottura delle vongole filtrato. Si fa cuocere a fuoco moderato per 8-10 minuti, si pepa.

Si fa cuocere la pasta al dente, si scola e si unisce alle vongole, si aggiunge la crema di zucca e a piacere se si desidera il prezzemolo tritato; si fa saltare per far “assorbire” la crema di zucca alla pasta.







mercoledì 22 ottobre 2014

Lenticchie spezziate


La scoperta di un manicaretto nuovo fa per la felicità del genere umano più che la  scoperta di una stella.

Jean-Anthelme Brillat Savarin, Fisiologia del gusto, 1825


Il nono aforisma di Brillat Savarin potrebbe esprimere bene il senso della scoperta e uso nella mia cucina della curcuma, dei semi di cumino e di coriandolo. Uno dei primi impieghi di tutte e tre le meraviglie fu con le lenticchie, precisamente con la ricetta che presento oggi. La base è questa a cui ho semplicemente aggiunto le tre spezie, un’aggiunta che mi ha fatto scoprire un nuovo piatto oltre che un mondo di sapori e profumi.







Ingredienti:
300 g di lenticchie io le lenticchie di Onano (Viterbo)
250 g di passata di pomodoro
2 carote
1 cipolla bianca
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di semi di coriandolo
1 cucchiaio di vino bianco secco
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:
Si mettono le lenticchie in acqua calda con le foglie di alloro e si fanno cuocere per 20-25 minuti circa. Si scolano e si mettono da parte.
Nel frattempo si prepara un battuto di carote, cipolle ed aglio, si mette in un ampio tegame con olio extra vergine di oliva si fa cuocere per alcuni minuti, si pepa e si accingono le spezie: la curcuma, i semi di cumino e i semi di coriandolo; si fanno insaporire per alcuni minuti e si sfuma il tutto con il vino bianco. Si aggiunge la passata di pomodoro, un pizzico di sale e si lascia cuocere per 15-20 minuti. Una volta cotta si aggiungono le lenticchie e si lasciano insaporire.












lunedì 20 ottobre 2014

Penne con ‘nduja e zucca


Questo piatto unisce alcune delle mie grandi passioni: il sapore delicato della zucca, il sapore piccante per eccellenza della ‘nduja e il profumo del rosmarino. E’ un piatto abbastanza veloce, il tempo o poco più di cuocere la pasta.





Ingredienti:
380 g di penne rigate
300 g di polpa di  precottoun cucchianomaiano di curcumauno spicchio di aglio, si aggiunge la restante dadolata di zucca, si fa scottare a fuoco vzucca delica
1 cucchiaio di ‘nduja
1 spicchio di aglio
rosmarino
olio extra vergine di oliva
sale

Parmigiano Reggiano o Grana Padano a piacere



Preparazione:
Si taglia a dadolata la polpa di zucca. In una larga padella si fa imbiondire uno spicchio di aglio con aghi di rosmarino, si aggiunge la dadolata di zucca, si fa scottare a fuoco vivo per alcuni minuti; si aggiunge il cucchiaio di ‘nduja e si fa sciogliere.
Si cuoce la pasta in abbondante acqua, si scola due minuti prima della cottura indicata nella confezione e si versa nella padella con 1- 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta, si fa saltare in modo da far assorbire il condimento.
A piacere si aggiunge il formaggio grattugiato.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...