venerdì 31 ottobre 2014

Seppia stufata con olive verdi


La tenerezza bianca e acidula della seppia a pezzetti merita l’oscuro sapore delle olive verdi, un sapore concentrato e provocante che riempie il palato con il suo contrasto d’impressioni.
[…]
Il finocchietto sta all’oliva come Ortega y Gasset sta ad Al Bano e Romina Power: indispensabile per determinarne l’identità. Gli antichi, inoltre, attribuivano al finocchietto proprietà contro la flatulenza e i calori del sud del corpo, in particolare del sud del corpo delle donne. E anche se non fosse vero, si può sempre adoperare la presenza dell’erba nel piatto per qualche citazione erudita sugli afrodisiaci. Non si sa di nessuno che sia riuscito a sedurre con ciò che aveva offerto da mangiare, ma esiste invece una vasta e complessa casistica di coloro che hanno sedotto spiegando ciò che si stava per mangiare. Si consiglia tuttavia di non eccedere con l’aglio, perché quest’eccellente braciere di passioni può diventar cenere se viene irretito dall’oscuro terrore personale dell’alito cattivo.

Manuel Vásquez Montalbán, Ricette Immorali, 1988 (1992)



Dopo il Polpo alla cretese, ho tratto un’altra ricetta dal “trattato enogastronomico-sessuale” di Manuel Vásquez Montalbán; questa volta la protagonista è la seppia definita dall’autore come “il più femmineo dei Cefalopodi” unita alle olive verdi, al finocchietto selvatico ed all’alloro.
Ho fatto qualche variazione nella preparazione della ricetta che indicava di mettere tutto insieme gli ingredienti tranne il vino e le olive verdi.




Seppia, finocchietto ed olive verdi




Ingredienti:
1 seppia da un Kg circa  (già pulita)
3/4 di chilo di pomodori pelati e spezzettati
3 spicchi d’aglio pestati
75 g di olive verdi snocciolate
1 bicchiere di vino bianco (secco)
olio (extra vergine) d’oliva
un rametto di finocchietto selvatico e alloro
sale
pepe (nero)


Preparazione:
Si taglia la seppia a pezzi, si mette in una casseruola, possibilmente di terracotta, con l’aglio, l’olio extra vergine di oliva, il finocchietto selvatico e l'alloro; si fa cuocere per alcuni minuti poi si uniscono i pomodori pelati, si sala e si pepa. Si copre e si lascia cuocere fino a quando la seppia diventa tenera (40-50 minuti circa). Si aggiunge il vino bianco si fa sfumare, poi si aggiungono le olive verdi. Si fa continuare a cuocere per 10 minuti circa. Prima di servire si leva il rametto degli odori.





23 commenti:

  1. ha un aspetto così succulento! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. i colori sono splendidi, il sapore sarà di sicuro ottimo visto gli ingredienti!!! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Quel sughetto parla da solo, bontà allo stato puro!!!

    RispondiElimina
  4. la tua cucina è sempre molto sfiziosa, la sento particolarmente adatta ai miei gusti!Buon weekend !

    RispondiElimina
  5. molto interessante, idi solito la faccio ripiena, ma in questo modo si può fare pure una deliziosa scarpetta!

    RispondiElimina
  6. Con una presentazione così, non vediamo l'ora di provare questo piatto succulento...la seppia poi ci piace tanto!!
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  7. Devo provarla con le olive, io la cucino spesso, essendo ipocalorica... certo e olive qualche caloria le regala, ma regala anche tanto sapore, hai ragione, ricetta da provare!

    RispondiElimina
  8. Questo piatto ha un aspetto proprio goloso!

    RispondiElimina
  9. Il tuo piatto ha un aspetto molto invitante...eppoi, hai reso tutto così poetico...Brava Francesca! Baci, Mary

    RispondiElimina
  10. Ma che ricetta!!!!! ecco alle seppie in umido con olive verdi non avrei mai pensato..ma hai ragione.. trovo stiano bene!! baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  11. Con le olive non ho mai provato, sono rimasta ai piselli e alle patate. Però quel sughetto sembra proprio appetitoso. Grazie e buon we.

    RispondiElimina
  12. Wow, quella foto mi ha fatto venire l'acquolina, moooolto appetitosa questa seppia, ottimo abbinamento le olive... bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  13. Amo molto il pesce in umido e la tua proposta mi alletta moltissimo!

    RispondiElimina
  14. una ricetta superlativa per me che amo la cucina di mare

    RispondiElimina
  15. Buonisssimo da fare grazie e buona giornata.

    RispondiElimina
  16. This look buonissimo .
    Me piace:)
    xo

    RispondiElimina
  17. Invitante anche questa preparazione!!!! Buona domenica

    RispondiElimina
  18. Che aspetto invitante...quel sughetto deve essere una bomba.
    Complimenti per il blog, ricette fantastiche!

    RispondiElimina
  19. Mai cucinate con le olive, solo con i piselli, sono da provare! Buona serata

    RispondiElimina
  20. Una ricetta ricca e saporite , davvero invitanti le seppie preparate secondo la tua ricetta . Un abbraccio, buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  21. Accostamento di sapori eccellente, un piattino da leccarsi i baffi, bravissima!!! Bacioni e buona serata cara!

    RispondiElimina
  22. Mi piacciono tantissimo le seppie, anche accostate a sapori forti come hai fatto tu ! Un abbraccio !

    RispondiElimina
  23. Che bel piatto e che belli questi tuoi excursus letterari, viaggi tra letteratura e cucina! :)

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...